top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFrancesco Zingoni

È fallita la Silicon Valley Bank, la più grande banca a collassare dal 2008


È crollata la Silicon Valley Bank, la più grande banca a collassare dal 2008.

La Silicon Valley era la sedicesima banca più grande degli Stati Uniti, con un patrimonio di 210 miliardi di dollari.

Resterà nella storia per essere la prima banca a fallire avendo un solo rating “sell” (cioè nessuno, o quasi come vedremo, se lo aspettava).

Come siamo arrivati a questo punto e cosa succederà ora? Scopriamolo!


IL PUNTO

SVB Financial è la società madre della Silicon Valley Bank, che annovera tra i propri clienti numerose startup e società di venture capital. Durante la pandemia, questi clienti hanno generato un sacco di liquidità che ha portato a un'impennata dei depositi. SVB ha chiuso il primo trimestre del 2020 con poco più di 60 miliardi di dollari di depositi totali. Questo dato è salito alle stelle a poco meno di $ 200 miliardi entro la fine del primo trimestre del 2022.

CHE COSA HA FATTO LA BANCA

SVB Financial ha acquistato decine di miliardi di dollari di attività apparentemente sicure, principalmente buoni del Tesoro statunitensi a lungo termine e titoli ipotecari garantiti dal governo. Il portafoglio titoli di SVB è passato da circa 27 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2020 a circa 128 miliardi di dollari entro la fine del 2021.

IL PROBLEMA

Questi titoli non corrono praticamente alcun rischio di insolvenza. Ma pagano tassi di interesse fissi per molti anni. Questo non è necessariamente un problema, a meno che la banca non abbia improvvisamente bisogno di vendere i titoli. Poiché i tassi di interesse di mercato si sono spostati molto più in alto, quei titoli improvvisamente valgono meno sul mercato di quanto valgano sui libri contabili della banca. Di conseguenza, potevano essere venduti solo in perdita.

Le perdite non realizzate di SVB sul suo portafoglio titoli alla fine del 2022, o il divario tra il costo degli investimenti e il loro valore equo, sono balzate a oltre 17 miliardi di dollari.

COS'ALTRO È ANDATO STORTO

Allo stesso tempo, sempre a causa dell'aumento dei tassi e della paura di una recessione, gli afflussi di depositi di SVB si sono trasformati in deflussi poiché i suoi clienti hanno bruciato contanti e hanno smesso di ricevere nuovi fondi da offerte pubbliche o raccolte di fondi. Anche l'attrazione di nuovi depositi è diventata molto più costosa, con i tassi richiesti dai risparmiatori in aumento insieme agli aumenti della Fed. I depositi sono scesi da quasi 200 miliardi di dollari alla fine di marzo 2022 a 173 miliardi di dollari alla fine del 2022.


A partire dal 19 gennaio, SVB prevedeva che i suoi depositi sarebbero diminuiti di una percentuale a una cifra nel 2023. Ma la loro aspettativa all'8 marzo era per un calo percentuale a due cifre.

L'EVOLUZIONE

Mercoledì SVB ha dichiarato di aver venduto una grossa fetta dei suoi titoli, per un valore di 21 miliardi di dollari al momento della vendita, con una perdita di circa 1,8 miliardi di dollari al netto delle tasse. L'obiettivo della banca era quello di riallineare i suoi guadagni da interessi ai rendimenti più elevati di oggi e fornire la flessibilità di bilancio per far fronte a potenziali deflussi e finanziare ancora nuovi prestiti. Ha anche deciso di raccogliere circa $ 2,25 miliardi di capitale. Insomma, voleva continuare a fare la banca.

OVVIAMENTE NON HA FUNZIONATO

Dopo l'annuncio di mercoledì sera, le cose sembravano peggiorare ulteriormente per la banca. L'annuncio della vendita di azioni ha portato il prezzo del titolo a crollare, rendendo più difficile raccogliere capitali e portando la banca a far fallire i suoi piani di vendita di azioni. Secondo quanto riferito, le società hanno iniziato a ritirare i depositi da SVB.

Giovedì, i clienti hanno tentato di prelevare $ 42 miliardi di depositi, circa un quarto del totale della banca, secondo un deposito delle autorità di regolamentazione della California.

In sostanza, a causa della classica "corsa agli sportelli" la banca ha finito i soldi, soldi che aveva impiegato in asset ritenuti perfettamente SICURI (titoli di stato sostanzialmente), l'ennesima riprova, dopo il 2022, che spesso non c'è niente di più insicuro del rendimento sicuro.

COSA SUCCEDERÀ AI CLIENTI

Molti dei depositi della banca sono abbastanza considerevoli da non avere la protezione della Federal Deposit Insurance Corp (in America i conti fino a £250.000 sono tutelati con un meccanismo simile ai conto sotto i €100.000 in Italia). SVB ha affermato di stimare che alla fine del 2022 l'ammontare dei depositi nei suoi uffici statunitensi che superano il limite assicurativo FDIC fosse di $ 151,5 miliardi.

La FDIC ha dichiarato venerdì in una dichiarazione che i clienti avranno pieno accesso ai loro depositi assicurati entro e non oltre lunedì mattina. La FDIC ha affermato di non aver ancora determinato l'attuale importo dei depositi non assicurati. Ma ha detto che i depositanti non assicurati riceveranno un dividendo anticipato entro la prossima settimana. Per gli importi rimanenti di fondi non assicurati, quei depositanti riceveranno qualcosa chiamato "certificato di amministrazione controllata" e, poiché la FDIC vende le attività di SVB, potrebbero ricevere futuri pagamenti di dividendi.

Adesso cerchiamo di visualizzare graficamente di cosa stiamo parlando.


Il crollo della Silicon Valley Bank è stato il secondo più grande fallimento bancario nella storia degli Stati Uniti in termini di asset. I depositi presso la casa madre dell'istituto di credito focalizzato sulla tecnologia, SVB Financial Group, erano diminuiti in tre trimestri consecutivi e la situazione è peggiorata il 9 marzo quando i clienti hanno tentato di prelevare $ 42 miliardi.


La Federal Deposit Insurance Corp. ha preso il controllo della banca, creando una nuova entità chiamata Deposit Insurance National Bank of Santa Clara. Tutti i depositi della banca sono stati trasferiti alla nuova banca.

I depositanti assicurati avranno accesso ai loro fondi, ha affermato la FDIC. I depositanti con fondi che superano i massimali assicurativi riceveranno certificati di amministrazione controllata per i loro saldi non assicurati. La maggior parte dei depositi di SVB non è assicurata.


SVB è stata inondata di liquidità durante il boom tecnologico della pandemia: le startup e i loro investitori stavano incassando ingenti somme, il che ha gonfiato le casse di SVB. La SVB, a sua volta, ha utilizzato gran parte di quel denaro per acquistare buoni del Tesoro e obbligazioni garantite da ipoteca.

Ma quando i tassi di interesse sono aumentati, quei titoli sono diminuiti di valore.

All'inizio non era un problema, SVB ha detto che non avrebbe mai venduto quelle obbligazioni. Ma all'inizio di marzo ha dovuto far fronte alle perdite: il flusso di richieste di prelievo era più di quanto potesse soddisfare vendendo le obbligazioni.


Un risvolto inaspettato (e positivo)

I mercati ora si aspettano che la Federal Reserve sospenda i suoi aumenti dei tassi di interesse.

Il caso più probabile alla prossima riunione della Fed della prossima settimana è per nessun aumento, secondo gli scommettitori del mercato dei futures. La scorsa settimana si aspettavano un aumento di 0,50 punti percentuali.

I future sui fondi federali mostrano che il tasso di riferimento è stato nuovamente aumentato a circa il 4,7% prima di essere ridotto al 4,25% entro la fine dell'anno. Il tasso ufficiale è attualmente compreso tra il 4,5% e il 4,75%.

Prima che scoppiassero le turbolenze bancarie alla fine della scorsa settimana, le scommesse mostravano che il tasso sui fondi federali raggiungeva il 5,65% senza probabili tagli dei tassi fino al 2024. Anche le aspettative sui tassi per la Banca centrale europea sono diminuite.

Il rendimento del Treasury USA a due anni è sceso al 4,072% dal 4,586% di venerdì, segnando il più grande calo di due giorni dal 2001 venerdì. Il rendimento dell'obbligazione a breve termine, che è molto sensibile alle aspettative di politica monetaria, ha toccato il 5% la scorsa settimana per la prima volta dal 2007.

Tassi di interesse più bassi sono, generalmente, un segnale positivo per il mercato azionario.


I commenti del Presidente Americano Joe Biden

Lunedì il presidente Biden ha affermato che il sistema bancario è al sicuro, sottolineando le misure adottate per limitare le conseguenze del crollo della Silicon Valley Bank e rafforzare la fiducia nel sistema finanziario.

Il signor Biden ha affermato che i depositi in SVB sono sicuri e che i clienti avranno accesso ai loro soldi a partire da oggi e nessuna perdita sarà sostenuta dai contribuenti. Ha detto inoltre che avrebbe chiesto al Congresso e alle autorità di regolamentazione bancaria di rafforzare le regole per le banche, per "rendere meno probabile che questo tipo di fallimento bancario si ripeta".

40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


Post: Blog2_Post
bottom of page